Liberate Rame: tra filosofia e jazz all’Iic

Date:

Liberate Rame, tra filosofia e jazz l’Iic di Londra attende i propri ospiti per celebrare Franca Rame il 23 settembre.

Liberate Rame, tra filosofia, jazz e teatro all’Istituto Italiano di Cultura di Londra

Tra gli eventi confermati e che non hanno subito rinvii a causa dei funerali di Stato della Regina, l’Iic ospita l’evento Liberate Rame. La serata, attesa per il 23 settembre, vede la filosofa italiana Adriana Cavarero presentare il suo intervento La voce delle sirene. La talk e i suoi temi vertono sul piacere del canto e sull’unicità della voce.

Adriana Cavarero è infatti una filosofa italiana. Professoressa onoraria presso l’Università di Verona, è nota per i suoi scritti sul femminismo, la filosofia politica e la letteratura.Tra i suoi ultimi libri pubblicati ricordiamo, tra gli altri, Inclinations: A Critique of Rectitude (2016); Surging Democracy. Note sul pensiero politico di Hannah Arendt (2021).

In seguito Mattea Fo, Presidente della Fondazione Fo Rame, nipote di Franca Rame e Dario Fo, introduce Liberate Rame, una performance teatrale jazz di Filomena Campus (voce) e Steve Lodder (pianoforte). La performance è dedicata alla compianta artista teatrale Franca Rame.

La performance di Campus è infatti un omaggio alla collega. Presenta una lettera a Fo che Rame pubblicò pochi mesi prima della sua morte, intrecciata con brevi estratti dai monologhi comici della drammaturga, arrangiamenti di brani popolari scritti da Fo e Rame e nuove composizioni jazz su Rame scritte da Campus e dal pianista Steve Lodder. Campus esplora la relazione tra l’improvvisazione vocale e l’improvvisazione teatrale, che era uno dei molti talenti di Rame, nata in una famiglia di attori e comici itineranti con radici nella Commedia dell’Arte.

Questo progetto fa parte dell’attuale ricerca di Campus su Franca Rame presso la Royal Central School of Speech and Drama, sostenuta da LAHP (London Arts and Humanities Partnership).

Filomena Campus e Steve Lodder alla serata Liberate Rame

Oltre alla sopracitata Adriana Cavarero, filosofa, professoressa e scrittrice italiana nota in patria e all’estero, la voce di Filomena Campus e le note di pianoforte di Steve Lodder accompagneranno gli ospiti durante la serata.

Filomena Campus è una cantante, teatrante, accademica di fama internazionale. Si è esibita in numerosi festival jazz in tutto il mondo e ha partecipato a tournée o collaborato con i più rinomati artisti jazz, tra cui Orphy Robinson, Rowland Sutherland, Cleveland Watkiss e la London Improvisers Orchestra. Nel 2010 ha fondato il Filomena Campus Quartet. Nel 2020 ha iniziato un dottorato di ricerca presso la Royal Central School of Speech and Drama sull’artista teatrale internazionale Franca Rame.

Steve Lodder è un pianista, tastierista, compositore e organista. In origine studioso di organo a Cambridge, Steve ha scritto diversi libri – uno su Stevie Wonder, l’altro sull’organo Hammond e La Bibbia della Tastiera. È stato collaboratore musicale di Paul McCartney nei progetti Standing Stone ed Ecce Cor Meum. Inoltre è anche l’arrangiatore musicale degli Zappatistas di John Etheridge.

La Fondazione Dario Fo e Franca Rame è stata creata nel 2019 per mantenere viva la memoria della vita e del lavoro di Dario Fo e Franca Rame.

Simone Platania
Simone Platania
Studente in "Lingue, Culture, Letterature e Traduzione" presso La Sapienza di Roma. Co-autore del libro "Inferno a Kabul". Traduttore e scrittore freelance.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Scarlato e Bonci, a Montepulciano il concerto per organo e coro unisce Italia e Uk

Al 49° Cantiere internazionale d'Arte in Valdichiana Senese, il...

Con Italian Summer Market la solidarietà italiana vince a Nottingham

Un successo per Italian Summer Market, l'evento di beneficenza...

Perché fidarsi dei comici? Chiedete a Stefania Licari

Il primo aprile (non un giorno qualunque) del 2014...

Fringe Festival dipinto di blu: gli artisti italiani arrivano a Edimburgo!

Nel 1947, durante il periodo postbellico in cui si...