Universitari Oltremanica: presentata al Consolato la guida per studiare a Londra

Data:

Universitari Oltremanica, la prima guida italiana gratuita in epub alla laurea nel Regno Unito è stata presentata il 18 maggio al Consolato generale d’Italia a Londra.

Presentato al Consolato d’Italia a Londra il nuovo ebook Universitari Oltremanica

Le università inglesi, famose nel mondo per prestigio, altissimo livello dell’insegnamento e qualità della ricerca scientifica, attirano migliaia di studenti stranieri, e tra loro anche tantissimi italiani, che ogni anno cercano ovunque – e non sempre trovano – le informazioni necessarie.

Ed è proprio pensando ai loro connazionali che quattro studenti italiani a Londra, Camilla Alcini, Fabio Carolla, Tommaso Corno e Rebecca Gnignati, hanno scritto Universitari Oltremanica, la prima guida in italiano, gratuita e in formato e-book, destinata a quei giovani italiani che desiderano trasferirsi nel Regno Unito per studiare e laurearsi in uno dei suoi atenei.

Pubblicata da Italia Notizie 24, la cooperativa che pubblica anche questo sito, questa innovativa guida è stata presentata ufficialmente il 18 maggio scorso presso il Consolato Generale d’Italia a Londra, e, come ha spiegato il Console generale Marco Villani, viene a coprire una lacuna, cioè la mancanza di informazioni utili a quei giovani cittadini italiani che hanno come meta la laurea in uno dei prestigiosi atenei del Regno Unito.

Questo ebook è un unicum nell’informazione destinata agli studenti che vogliono formarsi o perfezionarsi nel Regno Unito – ha detto durante la presentazione il Console generale Marco Villani – ed e uno strumento utile soprattutto nella fase post Brexit che stiamo vivendo sia per la comunità italiana sia soprattutto per gli studenti che vogliono venire nel Regno Unito a studiare. Ed è utile anche perché gli autori sono partiti dalla loro stessa esperienza ed hanno potuto sviscerare bene tutti gli aspetti che gli studenti italiani devono conoscere”.

Per queste peculiarità la guida è stata inserita tra le iniziative sostenute dal Consolato nel programma integrato “Vivere all’italiana” promosso dal Ministero degli Affari Esteri.

Universitari Oltremanica è un e-book in formato Epub, pubblicato da Italia Notizie 24 e che può essere scaricato agevolmente sul sito di Londra Notizie 24, sul sito del Consolato Generale Italiano a Londra e sulle principali piattaforme come Apple Books e Kobo store..

Universitari Oltremanica rientra tra le componenti del sistema Paese – ha spiegato il direttore responsabile del sito Londra Notizie 24 Pietro Nigro – quella istituzionale, quella economica, quella sociale e quella culturale. Ciò perchè il sistema universitario gode di un prestigio internazionale enorme, costruito su una secolare tradizione di eccellenza, che attira anche tantissimi studenti italiani. Studenti che per accedervi hanno la necessità di raccogliere le informazioni pratiche ed operative che gli occorrono‘.

Un sostegno alla realizzazione della guida è stato dato anche dal Network delle Italian Students Societies, le associazioni di studenti presenti in quasi tutti gli atenei, che svolgono un ruolo molto ampio e significativo sia per le forme di accoglienza, di aiuto, di orientamento e anche di servizio che offrono ai giovani universitari, sia per innumerevoli attività culturali, sociali, sportive e ricreative che organizzano.

Questa guida per noi è molto importante – ha spiegato l’attuale presidente del network, Umberto Belluzzo – perché studiare qui è una grandissima opportunità, sia per la nostra formazione culturale, sia per la nostra stessa crescita personale. E questo strumento può essere un validissimo aiuto per gli altri ragazzi che desiderano venire qui”.

In quattro capitoli, l’esperienza diretta dei quattro giovani autori

 

Universitari Oltremanica feature image okA scrivere i quattro capitoli della guida, altrettanti autori, essi stessi studenti “Universitari Oltremanica“, che qui a Londra seguono un percorso di formazione al giornalismo e che collaborano con il portale Londra Notizie 24.

Camilla Alcini, per esempio, ha scritto il capitolo che spiega perché scegliere Londra. “Per me è stato come scrivere una lettera di amore a questa città di cui sono da sempre innamorata e che mi ha dato tantissimo – ha spiegato durante la conferenza stampa – per cui mi ha fatto particolarmente piacere poter descrivere il fascino della vita in questa jungla ordinata, come la chiamo io, e poter dare le chiavi per comprenderne la complessità e spiegarne l’apparente caos“.

Il capitolo successivo è stato scritto invece da Fabio Carolla, che ha raccolto i dati utili a capire quanto costa vivere a Londra e nelle altre sedi universitarie del Regno Unito, e le informazioni indispensabili per riuscire a sostenere queste spese.

Studiare nelle università britanniche – ha spiegato Fabio Carolla durante la presentazione – ha un peso molto elevato, sia per le rette che per il costo della vita. Ma se si esamina bene cosa è compreso nella retta si scopre che essa include davvero molti servizi. Per questo ho utilizzato vari indicatori ufficiali per stimare anche gli altri costi, dagli alloggi alla spesa quotidiana ai divertimenti, per aiutare il lettore a quantificare il costo da sostenere. E per chi non può o vuole caricare troppi oneri sulla propria famiglia, ho dato anche indicazioni su alcuni modi per finanziare i propri studi, che purtroppo dopo la Brexit sono diventati decisamente molto alti per gli europei’.

Dopo la Brexit, infatti gli studenti europei sono a tutti gli effetti considerati stranieri, e quindi non possono accedere ai finanziamenti e alle borse di studio statali.

Inoltre, la procedura di iscrizione è ora un po’ più complessa. Per questo, nel terzo capitolo, Tommaso Corno ricostruisce tutto l’iter per iscriversi ad una facoltà britannica, dall’application form ai test di ammissione, dai certificati ai documenti necessari.

Occorre conoscere bene tutti i passaggi richiesti – sostiene Tommaso Corno – non solo per il processo di application, che è diverso per ogni Ateneo, ma anche per i certificati di lingua e soprattutto per i visti di ingresso, le cui regole sono diventate così restrittive che si è avuto un calo impressionante del numero di stranieri iscritti”.

Il quarto capitolo è stato scritto da Rebecca Gnignati, che si è occupata di descrivere l’articolazione del sistema universitario britannico.

Ho esaminato prima i gruppi principali – ha spiegato, cominciando da Oxbridge e da quelle del Roussel Group, per poi fare un viaggio in tutte le principali università in Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord, viste non solo dal punto di vista strettamente accademico ma anche per il contesto sociale, le attività e la stessa vita universitaria che vi si svolge”.

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Iscriviti

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Il libro Nudity and Folly in Italian Literature presentato all’Iic

Il libro Nudity and Folly in Italian Literature from...

Marcello Italian Film Festival, al via a Birmingham l’edizione 2022

Al via la tre giorni del Marcello Italian Film...

Comites di Manchester, staffetta Bertali-Cassandra alla presidenza

Cambio alla guida del Comites di Manchester: Cassandra eletto...

Con Happy as Lazzaro, a Quorn è Italian Movie Night

Serata all'insegna del cinema italiano il 30 settembre 2022...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: