London Classical Music Competition, trionfo dei Musicisti classici Italiani

Data:

London Classical Music Competition, ecco tutti gli italiani premiati nelle varie categorie del concorso concorso internazionale di musica classica online per musicisti di tutto il mondo.

London Classical Music Competition, trionfo dei Musicisti classici Italiani

In una celebrazione di grande maestria musicale, sono stati annunciati i vincitori del prestigioso London Classical Music Competition (LCMC), mettendo in mostra il ricco talento e l’arte dell’Italia sul palcoscenico globale.

In mezzo a una vasta schiera di concorrenti internazionali, l’Italia è emersa vittoriosa in diverse categorie, lasciando un’impronta indelebile nel panorama della musica classica. Il concorso, rinomato per i suoi rigorosi standard e la sua portata globale, ha visto i musicisti italiani conquistare il pubblico con le loro eccezionali performance.

La London Classical Music Competition (LCMC) è un concorso internazionale di musica classica che si tiene esclusivamene online ed è aperto a musicisti di talento, di tutte le nazionalità ed età, e con eccellenti capacità esecutive nella musica per pianoforte, archi, fiati, vocale e da camera.

Ogni anno, a partire da ottobre, i talenti musicali di tutto il mondo sono invitati a sottoporsi alle audizioni caricando i video delle loro esecuzioni sulla piattaforma della competizione. Le selezioni finali dei vincitori in tutte le categorie sono effettuate da giurati di cui sono volutamente tenuti nascosti i nomi, e si basano esclusivamente sulla valutazione di queste registrazioni.

La formula della competizione si basa su internet per offrire ai partecipanti una piattaforma confortevole, in cui mettere in mostra il loro potenziale, al fine di “scoprire” artisti con personalità eccezionali e concedere premi in denaro che possano aiutare a lanciarli in carriere internazionali.

Lo scopo di questo concorso è quello di trovare artisti con una forte personalità artistica e presenza scenica. L’enfasi non è quindi sugli aspetti puramente tecnici della performance, ma anche sul carisma e sull’impatto artistico complessivo dell’esecutore.

Gabrella Russo, Salvatore Ruggiero e Alessandro Conti primi nelle catgorie Piano Youth Artist, Oboe e Pianoforte Professionista

Tra i talenti più brillanti, i giovanissimi pianisti Alberto Cartuccia Cingolani, Primo Premio nella categoria Piano Prodigy, Antonio Pavan, Primo Premio nella categoria Piano Kid Artist, e Gabriella Russo, Primo Premio per la categoria Piano Youth Artist, mentre Salvatore Ruggiero ha conseguito Primo Premio nell’Oboe. In fine, Alessandro Conti si è aggiudicato il Primo Premio nella categoria Pianoforte Professionista, confermando ulteriormente la reputazione dell’Italia nella produzione di pianisti di livello mondiale.

Ma non sono stati gli unici a distinguersi: altri esecutori italiani di ogni età hanno lasciato un’impressione indelebile, con Cristian Stefan Jitari che ha ricevuto una Menzione Speciale nel Clarinetto, e formazioni in duo come Duo Kreutzer e Duo Catanza che hanno lasciato il segno con prestazioni pregevoli nella Musica da Camera.

Ecco l’elenco completo degli italiani premiati alla London Classic Music Competition:

  • Chamber Music – Secondo premio: Duo Kreutzer (Advance) – Quarto premio: Duo Raimo – Petrella (Advance artist)
  • Clarinet – Menzione speciale: Cristian Stefan Jitari (Master artist)
  • Guitar – Terzo premio: Samuele Mazzarella (Advance artist) – Barbara Teti (Professional)
  • Oboe – Primo premio: Salvatore Ruggiero (Youth)
  • Organ – Terzo premio: Vincenzo Florio (Professional)
  • Percussion – Secondo premio: Riccardo Mazzarella (Master artist)
  • Piano Prodigy – Primo premio Alberto Cartuccia Cingolani
  • Piano Kids – Secondo premio: Evan Miliani
  • Piano Kids Artist – Primo premio: Antonio Pavan
  • Piano Youth Artist – Primo premio: Gabriella Russo
  • Piano Advance Artist – Terzo premio: Mattia Damiani
  • Piano Master – Terzo premio: Lidia De Migno
  • Piano Professional – Primo premio: Alessandro Conti
  • Saxophone – Terzo premio: Fabio di Bartolomeo (Advance)

Qui tutte le vincitrici e i vincitori del 2023

Silvia Pellegrino
Silvia Pellegrino
Silvia è una scrittrice italiana, nata e cresciuta a Roma, e attualmente residente a Londra. Si è appassionata alla scrittura fin da quando era bambina, e ha iniziato a comporre poesie all'età di dieci anni. Cresciuta in una famiglia matriarcale, ha sviluppato un interesse per l'universo femminile, che ha ispirato il suo libro di racconti 'The Spoons'Tales'. Quest'ultimo, ancora in lavorazione, racconta le donne, indagando diversi temi: dalla sessualità al rapporto con il proprio corpo; dall'amore alla morte. Appassionata sia di letteratura che di cinema, ha scritto la sceneggiatura del cortometraggio di video-poesia 'The Molluscs Revenge', diretto e prodotto dalla società di produzione video @studio_capta, nel 2020. Silvia ha individuato nella videoarte e nella videopoesia il perfetto contenitore di contenuti dove far incontrare linguaggi diversi, percepiti come strumento di analisi interpretativa in grado di reificare le diverse sensibilità artistiche, trasformandole in immagini poetiche. Ha collaborato inoltre con il quotidiano nazionale online @larepubblica e la rivista @sentieriselvaggi scrivendo diversi articoli e recensioni cinematografiche dal 2012 al 2016. Nel 2020 il suo racconto “Una lupa mannara italiana a Londra” è stato uno dei vincitori del concorso di scrittura @IRSE RaccontaEstero.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Le Altered Vision di Paolo Pedroni in mostra a Londra

Arte visionaria in mostra alla DCG di Connaught Street...

Festa della Liberazione, celebrazioni a Londra e Manchester

Appuntamento anche in Inghilterra per la prossima Festa della...

Elezioni del sindaco di Londra 2024, al via la corsa per Sadiq Khan e Susan Hall

Più di cinque milioni di cittadini sono chiamati alle...

Tribunale unificato dei brevetti, in un convegno focus sui primi passi

Incontro a Roma il 15 aprile promosso dal deputato...