Study in Italy, borse di studio per chi sceglie l’Italia

Data:

Study in Italy è l’iniziativa del MAECI per finanziare gli studenti italiani e stranieri che scelgono gli atenei nazionali.

Nonostante la Brexit e la pandemia, continua la fuga di cervelli. Ogni anno, migliaia di giovani italiani intraprendono percorsi di studio all’estero, che talvolta si traducono in una lunga permanenza lontano da casa. Il risultato ormai ben noto è una perdita di risorse per l’Italia.

Per far si che questi ragazzi siano incentivati a continuare i loro studi in Italia e per attrarre studenti internazionali nei nostri atenei, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) offre borse di studio in favore di studenti stranieri e italiani residenti all’estero (IRE).

Si tratta dell’iniziativa Study in Italy, per finanziare master, dottorati e corsi brevi nel territorio italiano, per cui le candidature vanno inviate entro le 14.00 (ITA) del 9 giugno 2022.

Study in Italy, borse di studio per gli italiani all’estero che tornano a casa

Tra i beneficiari sono compresi anche coloro che attualmente studiano e vivono nel Regno Unito.

L’ obiettivo è quello di favorire la cooperazione in campo culturale, scientifico e tecnologico.

Ma Study in Italy sarà anche un modo per proiettare il sistema economico dell’Italia nel panorama globale. Inoltre, rientrano negli studi finanziati anche quelli di Italiano, per promuovere la conoscenza della lingua e cultura italiana nel mondo.

La borsa di studio copre soltanto la frequenza di corsi sul territorio italiano. Sono inclusi corsi universitari di Laurea Magistrale (2° ciclo), corsi di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), dottorati di ricerca, progetti di studio in co-tutela, corsi avanzati di lingua e cultura italiana per l’anno accademico 2022-2023.

I candidati possono presentare domanda unicamente attraverso il Portale “Study in Italy” disponibile a questo indirizzo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Note ribelli: L’incontro con Andrea Di Biase nel cuore del jazz londinese

In occasione dell'uscita del disco di Clara Green Quartet presentato al...

La dura vita della trincea: in un libro le storie quotidiane della Prima Guerra Mondiale

Di prossima pubblicazione "La dura vita della trincea", ultimo...

La metro Overground di Londra cambia look: nuovi nomi e colori per le linee

La metro Overground di Londra cambia look: nuovi nomi...