Passaporti e Cie, Billi chiede un kit unico per le impronte digitali

Date:

La richiesta di Billi al ministero: unico kit per le impronte digitali a disposizione della rete consolare sia per i passaporti che per le Carte di identità elettroniche.

Rete consolare, Billi (Lega): Un kit unico per impronte digitali CIE e passaporto

Un kit unico per impronte digitali CIE e passaporto: è questa la richiesta avanzata da Simone Billi, deputato eletto nella Circoscrizione Esteri, capogruppo Lega in Commissione Esteri della Camera e presidente del Comitato Italiani nel Mondo, intervenuto in Aula per “invitare i Ministri competenti a far sì che i Consolati possano usare un unico kit di captazione delle impronte digitali tanto per i passaporti quanto per le carte d’identità, in modo da semplificare e agevolare enormemente le procedure di rilascio dei documenti”.

Ad oggi, infatti, sono due i kit utilizzati per le impronte, uno per i passaporti e uno per le Carte di identità elettroniche, ognuno servito da due software diversi, perché i due documenti sono gestiti da due diversi ministeri, il Maeci per i passaporti e il Miinistero dell’Interno per le Cie. Una duplicazione di sistemi del tutto inutile ed anzi inefficiente, perchè costringe a comprare due kit e gestire due procedure informatiche diverse.

Di qui la richiesta che Billi ha avanzato ai due dicasteri, che tra l’altro sarebbe semplice da adottare perché “Le modifiche richieste, affinché un solo kit possa essere usato per entrambi, sono solo lato software e lato normativo. Si tratta di modifiche che non presentano problemi particolari e potrebbero essere realizzate velocemente”.

Peraltro, sul tema, l’esponente della Lega ha reso noto di aver già ottenuto la disponibilità su questo argomento di due viceministri: “Ringrazio i sottosegretari Silli (Esteri) e Molteni (Interni) per la disponibilità mostrata sul tema”.

In questo video, il testo della interrogazione di Billi alla Camera.

Pietro Nigro
Pietro Nigro
Giornalista professionista, napoletano, con esperienza di giornalismo su carta, in tv e sul web, nonché di comunicazione e nel mondo dell'impresa. Ha lavorato soprattutto a Napoli dove si è occupato di economia e politica per il Roma, il Denaro e il Corriere del Mezzogiorno. Ha curato uffici stampa e attività di comunicazione istituzionale, tra gli altri, per il parlamentare europeo Ernesto Caccavale, l'Ordine degli Ingegneri di Napoli, l'Associazione nazionale Consulenti tributari di Napoli, il Consorzio nazionale Acciaio, Anida onlus e Itaca ong. Come direttore responsabile, ha fatto nascere l'emittente televisiva calabrese Rete 3, e, come vicedirettore, il nuovo sito di informazione www.scelgonews.it. In precedenza è stato socio fondatore di una nuova impresa di bricchettaggio di lignite in Bashkortostan, di una cooperativa di diversamente abili a Napoli e della prima società italiana di condohotel a Chianciano (Siena). Attualmente collabora con il Sole 24 Ore. Nell'autunno 2015, raccoglie e rilancia l'ennesima sfida professionale: avviare www.Italianotizie24.it, una nuova iniziativa editoriale dal "basso", nata cioè dallo sforzo congiunto di un gruppo di giornalisti di varie parti d'Italia che decidono di "mettersi in proprio" per far nascere il "loro" giornale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Cambio di passo al Comites di Manchester, il 30 luglio esordisce il neo presidente Ardito

Esordisce il 30 luglio prossimo il nuovo esecutivo guidato...

La Console Rossella Gentile, orgoglio lucano ed esperienza professionale a Londra

La Console Rossella Gentile, ripercorre le sue esperienze di...

Parlamento europeo, ci sono le alternative alla “maggioranza Ursula”

Ecco l'analisi della situazione al Parlamento europeo dopo le...

Concorso “Global Uncertainty: the power of dialogue” – Scadenza 19 luglio

C’è tempo fino alla mezzanotte di venerdì 19 luglio...