Donne di Mafia / Mafia Women Mini film festival: arriva la quarta edizione

Date:

Raccontare come stanno le cose vuol dire non subirle.” – Roberto Saviano

 Il festival Donne di Mafia, gestito da CinemaItaliaUK e sponsorizzato da University of Bath, nella sua quarta edizione ripropone una narrazione non convezionale sul crimine organizzato italiano.

Attraverso la lente di quattro film ambientati in epoche e regioni diverse il festival mira a gettare luce sulle complesse dinamiche di/tra genere e crimine. Film come Nevia di Nunzia De Stefano, Ti mangio il cuore di Pippo Mezzapesa e Anime nere di Francesco Munzi aprono la riflessione sulle complesse sfaccettature del crimine italiano e del ruolo delle donne al suo interno.

Inoltre, tavole rotonde di esperti, tra cui registi, giornalisti e accademici, daranno modo di approfondire ulteriormente il macrotema, attraverso un confronto aperto e diretto.

Il festival si svolgerà ai Riverside Studios a Hammersmith, Londra, il 16 e 17 marzo 2024, con un’estensione a Bath il 23 e 24 aprile 2024 presso la Royal Bath Literary and Scientific Institution.

Donne di Mafia Mini Film Festival 2024
Donne di Mafia Mini Film Festival 2024 (copyright CinemaItaliaUK)

Silvia Pellegrino
Silvia Pellegrino
Silvia è una scrittrice italiana, nata e cresciuta a Roma, e attualmente residente a Londra. Si è appassionata alla scrittura fin da quando era bambina, e ha iniziato a comporre poesie all'età di dieci anni. Cresciuta in una famiglia matriarcale, ha sviluppato un interesse per l'universo femminile, che ha ispirato il suo libro di racconti 'The Spoons'Tales'. Quest'ultimo, ancora in lavorazione, racconta le donne, indagando diversi temi: dalla sessualità al rapporto con il proprio corpo; dall'amore alla morte. Appassionata sia di letteratura che di cinema, ha scritto la sceneggiatura del cortometraggio di video-poesia 'The Molluscs Revenge', diretto e prodotto dalla società di produzione video @studio_capta, nel 2020. Silvia ha individuato nella videoarte e nella videopoesia il perfetto contenitore di contenuti dove far incontrare linguaggi diversi, percepiti come strumento di analisi interpretativa in grado di reificare le diverse sensibilità artistiche, trasformandole in immagini poetiche. Ha collaborato inoltre con il quotidiano nazionale online @larepubblica e la rivista @sentieriselvaggi scrivendo diversi articoli e recensioni cinematografiche dal 2012 al 2016. Nel 2020 il suo racconto “Una lupa mannara italiana a Londra” è stato uno dei vincitori del concorso di scrittura @IRSE RaccontaEstero.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Perché fidarsi dei comici? Chiedete a Stefania Licari

Il primo aprile (non un giorno qualunque) del 2014...

Fringe Festival dipinto di blu: gli artisti italiani arrivano a Edimburgo!

Nel 1947, durante il periodo postbellico in cui si...

Mattia Sedda – Un comico mannaro italiano a Londra

Nome di battesimo: Mattia Sedda. Nome d’arte: Mattia Sedda. Mattia, comico...

L’opera prima di Luisella Mazza si aggiudica il Premio Troisi 2024 

A meno di un anno dalla presentazione londinese del...