World Travel Market 2021, a Londra c’è anche l’Italia

Data:

Italia in prima fila, con al World Travel Market di Londra, dove il ministro Garavaglia inaugura gli stand e il Belpaese si presenta al mondo.

World Tavel Market, l’Italia si presenta al mondo 

Perché l’Italia p una bellezza da custodire lo scoprono le migliaia di visitatori che in questi giorni stanno partecipando al World Travel Market 2021, in corso dal 1 al 3 novembre 2021 al London Excel di Londra. Una delle vetrine più importanti al mondo per l’industria turistica, che tora finalmente in presenza dopo Covid, e che vede l’Italia occupare gli stand EU100, EU200 ed EU250 con l’Enit e ben 17 regioni che si mettono in mostra davanti al mondo.

Ci sono infatti Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino, Comune di Genova, Sardegna e Veneto, con DMC locali, catene alberghiere e fornitori di trasporti, insieme ad olrte 130 espositori privati, presenti allo stand inaugurato oggi dal ministro del Turismo Massimo Garavaglia.

E il 2 novembre è anche la prima uscita internazionale per il nuovo Ceo di Enit, Roberta Garibaldi, present a Londra per spiegare le interessanti novità e gli sviluppi in corso in Italia.

Sempre il 2 novembre, alle 11.30 in conferenza stampa la Regione Emilia Romagna presenta “Via Emilia”, “Portici Patrimonio Unesco a Bologna” e “Centro Museale Federico Fellini”, e alle 16, vento per i media della Regione Basilicata che presenta “Time to Live!” – Matera e James Bond.

World Travel Market 2021, a Londra si tasta il polso del turismo post pandemia

Il World Travel Market 2021 di Londra (photo WTM).
Il World Travel Market 2021 di Londra (photo WTM).

Con oltre 100 espositori dal Regno Unito e dall’Irlanda e diverse centinaia provenienti da ogni Paese del mondo, e un ampio ventaglio di eventi sia in presrnza che on line, il World Travel Market 2021 di Londra torna in presenza e si apre a una importantissima platea di buyer e giornalisti che possono incontrare enti turistici, operatori, hotel, società di gestione delle destinazioni, compagnie ferroviarie, aziende di pullman e attrazioni.

Ed è di fatto l’occasione per tastare il polso dell’indutria turistica internazionale, per individuare i segnali di rirpesa, per fiutare il sentiment degli operatori.

Lo ha confermato Simon Press, WTM London & Travel Forward Exhibition Director, che nei giorni scorsi ha dichiarato: “Non vediamo l’ora di incontrare una così ampia gamma di espositori dal Regno Unito e dall’Irlanda, insieme ai loro partner di stand, a ExCeL. “Sono stati 19 mesi così impegnativi durante la pandemia, così tante imprese turistiche nazionali hanno sfruttato ulteriormente i loro mercati nazionali, ma sanno che il ritorno dei turisti stranieri sarà cruciale per la loro ripresa. Il WTM London sarà la piattaforma per quella ripresa internazionale mentre rinnoviamo i rapporti commerciali e creiamo nuove partnership”.

E ovviamente, conferma Press, il WTM 2021 è anche l’occasione che permette agli operatori di incontrarsi finalmente di persona, perché Il recente allentamento delle regole di viaggio significa che ora è più facile per gli acquirenti e i media di molti più paesi in tutto il mondo partecipare di persona e sfruttare al meglio un’ampia varietà di espositori per incontrarsi di persona”. Resta in piedi comunque, anche il WTM virtuale perché il mondo del turismo che espone al ExCeL di Londra ha anche una presenza globale la settimana successiva all’evento viruale, “in modo che possano ricostruire connessioni faccia a faccia con contatti precedenti e generare nuovi contatti da tutto il mondo. il mondo.”

WTM 2021, Gran Bretagna e Irlanda incontrano il resto del mondo

Il World Travel Market 2021 torna infatti in presenza, dal 1 al 3 novembre 2021 al ExCeL London, ed è seguito da WTM Virtual in programma i giorni 8 e 9 novembre.

E sono diverse centinaia gli espositori provenienti da tutta Europa e anche da paesi lontani come Mauritius, India, Thailandia, Perù e Stati Uniti.

Tra i principali espositori del Regno Unito e dell’Irlanda figurano Tourism Ireland e UKinbound, che ospitano e supprtano imprese, operatori e partner commericali. Quio sarà possibile incontrare 28 membri dell’associazione UkInbound, inclusi marchi ben noti come Big Bus Tours e Jurys Inn, e enti turistici di destinazioni diverse come Bath & Bristol, Greenwich, Plymouth, Jersey, Kent e Liverpool, oltre alle agenzie turistiche nazionali di Visit Wales, Visit Scotland e VisitBritain.

Joss Croft, CEO di UKinbound, ha sostenuto che “Il WTM è una parte fondamentale del calendario del settore dei viaggi internazionali e siamo lieti di tornare quest’anno, ospitando ancora una volta il padiglione del Regno Unito. Abbiamo una brillante collezione di aziende turistiche che espongono al nostro fianco, desiderose di accogliere nuovamente i turisti internazionali. I riflettori saranno puntati sul Regno Unito il prossimo anno quando ospiteremo i Birmingham Games, il festival Her Majesty the Queen’s Platinum Jubilee e Unboxed, e WTM fornisce la piattaforma perfetta per dimostrare che il Regno Unito è aperto, sicuro e accogliente nel 2022”.

Allo stand di Tourism Ireland (UKI200) ci sono anche 75 stand-sharing provenienti da tutta l’isola d’Irlanda, inclusi Titanic Belfast, Irish Ferries, Historic Royal Palaces (Hillsborough Castle and Gardens), Guinness Storehouse e Game di Thrones Studio Tour.

Presenti anche i maggiori marchi alberghieri, come Choice Hotel Group, Dalata, Da Vincis Hotel, Killarney Hotels, Original Irish Hotels e Select Hotels of Ireland; musei e attrazioni come EPIC The Irish Immigration Museum, House of Waterford Crystal e lo Skellig Experience Visitor Centre.

Tra gli espositori nella sezione Regno Unito e Irlanda del WTM London ci sono anche operatori come Golden Tours e la società di gestione delle destinazioni Europe Incoming e il principale fornitore di dispositivi di guida audio e strumenti digitali per il turismo e la cultura, VOX GROUP.

Espone anche il Dover District Council, che rappresenta il Paese delle scogliere bianche, che comprende Deal, Dover, Sandwich e le aree circostanti.

Amanda Lumley, direttrice esecutiva di Destination Plymouth, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di partecipare al WTM e presenteremo il marchio britannico Ocean City e il primo programma National Marine Park del Regno Unito. Basandoci sul nostro storico ambiente marino e sul nostro patrimonio, mostreremo come i visitatori possono trarre il massimo vantaggio dal nostro spettacolare lungomare con le sue numerose attività ed esperienze acquatiche.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Iscriviti

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Nations League, Italia-Inghilterra 1-0: azzurri ancora in corsa

A Milano gli azzurri si impongono per 1-0 sui...

Passaporti, il Consolato avvia la sperimentazione con Comites e Patronati

Da ottobre, primo al mondo, il Consolato Generale di...

Anche la Lancia Beta porta in Uk la bandiera del Made in Italy

I 50 anni della Lancia Beta celebrati ufficialmente al...

Guadagnuolo dedica un ritratto alla Regina Elisabetta II

Il pittore transrealista di origine siciliana Francesco Guadagnuolo dedica...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: