Settimana della Lingua Italiana, a Liverpool si parla di Calvino e di beni culturali

Date:

Settimana densa di appuntamenti, a Liverpool dal 16 al 22 Ottobre, per la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo dedicata al Belpaese e a Italo Calvino.

Settimana della Lingua Italiana, a Liverpool funziona la collaborazione tra Università, Scuola MammaMia e Dante Society

Sette giorni densi di appuntamenti, dedicati al patrimonio del Belpaese e a Italo Calvino, quelli che anche a Liverpool come in altre località del Regno Unito hanno celebrato la Settimana della Lingua Italiana, e collegato con un ponte l’Italia e gli italiani in Regno Unito grazie alla collaborazione tra Dante Society, scuola MammaMia e Università di Liverpool per la Settimana della Lingua Italiana.

“Questa settimana è andata davvero benissimo e ne siamo contenti” dice Stefania Pisano, insegnante di lingua e cultura italiana, in prima linea nell’organizzazione degli eventi a Liverpool. Che prosegue: “Gli eventi sono stati organizzati tutti in collaborazione con University of Liverpool, che ha anche ospitato tutti i momenti celebrativi di questa Week of Italian Language”.

Stefania insegna sia ai bambini presso MammaMia Liverpool, Scuola di Lingua e Cultura Italiana per bambini e ragazzi, sia agli adulti presso Dante Society Liverpool.

E questa settimana ha proprio rappresentato la massima espressione della stretta collaborazione tra queste tre istituzioni (Dante, Università e MammaMia), che funziona bene da sempre perché animata da una comunità di intenti e di obiettivi.

Il programma della settimana vissuta a Liverpool ha toccato entrambi i temi, quello della sostenibilità ambientale e quello legato al centenario della nascita di Italo Calvino.

A ciascuna di queste tematiche è stato riservato uno spazio ampio e opportuno, pensato e rivolto a tutte le fasce d’età.

L’evento di apertura è stato quello di lunedì 16 Ottobre, (organizzato da Barbara Spadaro e Claudia Briguglio, dell’Università di Liverpool) in collaborazione con il Politecnico di Torino, collegato dall’Italia: breve introduzione di Emanuele Morezzi, interventi di Riccardo Rudiero e Tommaso Vagnarelli, che hanno presentato i casi studio.

Collegato on line anche Alessandro Spadaro. Tema “Heritage communities in Italy: sustainability and conservation in architecture and archeology”.

Sotto i riflettori i siti archeologici del patrimonio italiano

E’ stata fatta luce sul patrimonio italiano ricco di siti archeologici, alcuni dei quali sempre più esposti alle dinamiche di sfruttamento dell’industria turistica globale, e alla possibilità di immaginare forme alternative di comunità del patrimonio che siano socialmente e culturalmente sostenibili.

Le ricerche svolte presso il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino si sono confrontate con il mondo universitario e il pubblico di Liverpool per un’imperdibile e proficua occasione di scambio.

Emergenza ambientale, se ne parla con il film di Virzì Siccità

Martedì 17 Ottobre è stato proiettato il film “Siccità” di Paolo Virzì, introdotto dal Dr. Marco Paoli, Senior Lecturer in Italian and Film Studies dell’Università di Liverpool.

Opera cinematografica del 2022, si inserisce nel tema dell’emergenza ambientale in modo surreale e fantastico: la storia narra di un presente distopico in cui non piove a Roma da tre anni e di una serie di personaggi che devono far fronte alla siccità che ha ridotto le riserve d’acqua al minimo e ad un’epidemia di malattia del sonno portata dagli scarafaggi.

Una rappresentazione dell’eccesso da parte del talentuoso regista italiano, che prospetta una situazione estrema e fantasiosa, che fa riflettere, e tanto, anche a causa degli stravolgimenti climatici che si stanno vivendo proprio in questo nostro momento storico.

Italo Calvino, appuntamenti per adulti e bambini per celebrare il centenario

Giovedì 19 Ottobre la serata dedicata a Italo Calvino, rivolta sia agli adulti che ai più piccoli con iniziative diversificate per fasce d’età.

Agli adulti è stata offerta una lettura di brani tratti dall’opera “Il Barone Rampante” con Andrea Castellini, attore e insegnante di recitazione di Dante Alighieri Society of Liverpool, in collaborazione con Rosalba Biasini (University of Liverpool).

Per i bambini delle elementari è stato invece organizzato un laboratorio che ha legato l’ascolto dei brani tratti dalla stessa opera di Calvino a letture e disegni (questa parte a cura di Andrea Castellini e Stefania Pisano).

Venerdì 20 Ottobre è stata la volta del duo musicale siciliano Palmieri-Sciacca (oboe e chitarra). I due musicisti sono tornati a Liverpool in occasione della Settimana della Lingua Italiana per proporre un repertorio classico e contemporaneo di compositori italiani.

“La risposta è stata molto buona per ciascuna delle serate – conferma Stefania – che sono state aperte sia agli studenti dell’Università, sia a membri della Dante che alle famiglie di MammaMia”.

Un programma che è riuscito ad andare incontro ai gusti di tutti, parlando di cinema, letteratura, sostenibilità ambientale, con un sottofondo musicale di classe.

Il “ponte” tra UK e Italia, anche grazie alle iniziative di Liverpool, è più solido che mai.

Annalisa Valente
Annalisa Valente
Nata a Bari, vivo a Milano, sono giornalista iscritta all’Ordine da trent’anni. Ho iniziato a lavorare nei giornali e nelle tv locali in Puglia e ho proseguito in Lombardia (Quotidiano Puglia, RTG Puglia, Quotidiano di Foggia, La Gazzetta di Merate e della Brianza). Ho sempre coltivato la mia passione per la scrittura, anche quando il mio percorso professionale ha svoltato in un’altra direzione (Regione Lombardia Assessorato alla Formazione, Coordinamento Didattico e Servizi al Lavoro nelle scuole professionali lombarde accreditate presso Regione Lombardia). Da nove anni mi occupo di Orientamento al Lavoro a Milano e cerco di scrivere cose interessanti per i miei connazionali che vivono e lavorano in UK.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Perché fidarsi dei comici? Chiedete a Stefania Licari

Il primo aprile (non un giorno qualunque) del 2014...

Fringe Festival dipinto di blu: gli artisti italiani arrivano a Edimburgo!

Nel 1947, durante il periodo postbellico in cui si...

Mattia Sedda – Un comico mannaro italiano a Londra

Nome di battesimo: Mattia Sedda. Nome d’arte: Mattia Sedda. Mattia, comico...

L’opera prima di Luisella Mazza si aggiudica il Premio Troisi 2024 

A meno di un anno dalla presentazione londinese del...