Melodie nell’Anima: Il viaggio emozionale di Andrea Vanzo alla Conway Hall di Londra

Data:

Il suggestivo concerto del musicista e compositore Andrea Vanzo, organizzato da Augusto Casciani di ItaliaES, ha modellato lo scorrere del tempo nella sala gremita della Conway Hall di Londra, lo scorso 22 marzo.

Il concerto, definito dall’artista un excursus nel suo sentire, e’ stato un vero e proprio viaggio corale fatto di suggestioni e immagini evocative

Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra
Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra (copyright Luigi Russo)

Compositore contemporaneo stimato e carico d’estro, Andrea Vanzo ha regalato agli spettatori un viaggio emotivo attraverso i brani del suo album “Intimacy (vol. 1)”, partendo proprio dal brano che prende lo stesso titolo dell’album.

Il concerto, definito dall’artista un excursus nel suo sentire, e’ stato un vero e proprio viaggio corale fatto di suggestioni e immagini evocative, toccando vette altissime con brani come Soulmate, dedicato a sua madre, e Snowflakes, che ha chiuso la performance.

Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra
Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra (copyright Luigi Russo)

”Mi sono immaginato questo fiocco di neve, leggero e quasi impercettibile, che si faceva trasportare dal vento. Questa immagina mi ha fatto pensare che io, che tutti noi, siamo come fiocchi di neve, trasportati dal vento attraverso la vita”.

Con le sue abili mani danzanti sui tasti del pianoforte, Vanzo ha saputo creare atmosfere innovative e minimali, impreziosite dai paesaggi della sua amata Sardegna che hanno fatto da eco alle sue emozioni più intime e profonde. Per ogni nota una storia condivisa.

La formazione classica di Andrea Vanzo, consolidata al Conservatorio G.B. Martini di Bologna, si mescola armoniosamente con influenze pop e cinematografiche

La sua formazione classica, consolidata al Conservatorio G.B. Martini di Bologna, si mescola armoniosamente con influenze pop e cinematografiche, conferendo alle sue composizioni una ricchezza e una profondità rare nel panorama musicale contemporaneo.

Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra
Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra (copyright Luigi Russo)

Dimostrando ancora una volta la sua straordinaria versatilità e il suo talento eccezionale, Andrea Vanzo ha saputo non solo incantare il pubblico con la sua musica ma anche intrattenerlo con la sua spontaneità e voglia di comunicare la sua vulnerabilità senza alcun filtro.

Il concerto è stato molto più di una semplice esibizione musicale: è stato un viaggio emozionale, un’immersione nell’intimità della musica e dell’anima dell’artista

Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra
Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra (copyright Luigi Russo)

Da sottolineare anche la pregevolezza del videoclip della title-track dell’album, girato con un pianoforte posizionato in cima a una montagna a duemila e cinquecento metri di altezza, che conferma la creatività di Andrea Vanzo nel trasformare la musica in un’esperienza visiva e sensoriale completa.

Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra
Andrea Vanzo in concerto alla Conway Hall di Londra (copyright Luigi Russo)

In conclusione, il concerto è stato molto più di una semplice esibizione musicale: è stato un viaggio emozionale, un’immersione nell’intimità della musica e dell’anima dell’artista.

 

Silvia Pellegrino
Silvia Pellegrino
Silvia è una scrittrice italiana, nata e cresciuta a Roma, e attualmente residente a Londra. Si è appassionata alla scrittura fin da quando era bambina, e ha iniziato a comporre poesie all'età di dieci anni. Cresciuta in una famiglia matriarcale, ha sviluppato un interesse per l'universo femminile, che ha ispirato il suo libro di racconti 'The Spoons'Tales'. Quest'ultimo, ancora in lavorazione, racconta le donne, indagando diversi temi: dalla sessualità al rapporto con il proprio corpo; dall'amore alla morte. Appassionata sia di letteratura che di cinema, ha scritto la sceneggiatura del cortometraggio di video-poesia 'The Molluscs Revenge', diretto e prodotto dalla società di produzione video @studio_capta, nel 2020. Silvia ha individuato nella videoarte e nella videopoesia il perfetto contenitore di contenuti dove far incontrare linguaggi diversi, percepiti come strumento di analisi interpretativa in grado di reificare le diverse sensibilità artistiche, trasformandole in immagini poetiche. Ha collaborato inoltre con il quotidiano nazionale online @larepubblica e la rivista @sentieriselvaggi scrivendo diversi articoli e recensioni cinematografiche dal 2012 al 2016. Nel 2020 il suo racconto “Una lupa mannara italiana a Londra” è stato uno dei vincitori del concorso di scrittura @IRSE RaccontaEstero.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Le Altered Vision di Paolo Pedroni in mostra a Londra

Arte visionaria in mostra alla DCG di Connaught Street...

Festa della Liberazione, celebrazioni a Londra e Manchester

Appuntamento anche in Inghilterra per la prossima Festa della...

Elezioni del sindaco di Londra 2024, al via la corsa per Sadiq Khan e Susan Hall

Più di cinque milioni di cittadini sono chiamati alle...

Tribunale unificato dei brevetti, in un convegno focus sui primi passi

Incontro a Roma il 15 aprile promosso dal deputato...