L'opera italiana risuona in Uk grazie a IF Opera

L’opera italiana risuona in Uk grazie a IF Opera

La Fedora di Umberto Giordano apre il 24 agosto If Opera, il prestigioso festival operistico internazionale di Bradford on Avon.

L’opera italiana risuona in Uk grazie a IF Opera: Umberto Giordano e la sua Fedora a Bradford

Nel tardo, grande repertorio operistico italiano, accanto alle “super-opere”, si trovano alcune perle che sono cresciute nella coscienza del pubblico di tutto il mondo. Fedora di Umberto Giordano è una di queste e, sebbene il compositore sia probabilmente più conosciuto per Andrea Chenier, Fedora è comunque annoverata tra i suoi capolavori.

L’ensemble di If Opera è orgoglioso di portare questa magnifica opera tutta italiana al pubblico, offrendo una rara (non viene rappresentata nel Regno Unito dal 2006) ma preziosa opportunità di vederla e ascoltarla di nuovo.

La nuova produzione di Fedora di If Opera sarà diretta da John Wilkie e dal direttore artistico di If Opera Oliver Gooch. L’opera è basata su un’opera teatrale di Victorien Sardou. La prima rappresentazione fu interpretata da Enrico Caruso.

Quattro le rappresentazioni in programma, che si svolgeranno alla Belcombe Court di Bradford on Avon il 24, 26, 31 agosto e 1 settembre (qui il sito per le prenotazioni). I minori di 18 anni possono accedere alla serata gratuitamente.

Umberto Giordano e la Giovane Scuola

Giordano fu contemporaneo di compositori come Mascagni e Puccini e fece parte di quella che divenne nota come la Giovane Scuola, un gruppo di compositori che comprendeva anche Cilea, Ponchielli, Catalani, Wolf-Ferrari e altri. Essi riprendevano Verdi e i precedenti compositori italiani e volevano creare un linguaggio musicale rinnovato. Tra loro, questi compositori crearono un enorme nuovo repertorio operistico che ha prodotto alcune tra le più popolari opere di sempre. Il loro regno rappresentò quella che fu l’ultima grande fioritura dell’opera italiana.

Umberto Giordano è noto soprattutto per l’epopea dell’Andrea Chenier, ma ha scritto molte opere che conservano un posto speciale nel repertorio operistico italiano. Tra queste troviamo opere come Siberia, Madam Sans-Gêne, La cena delle beffe e un grintoso spaccato di verismo chiamato Mala vita.