La sfida di Roberto Costa: apre Matooro Academy

Date:

Il programma Matooro Academy mira a formare giovani aspiranti gestori di ristoranti italiani nella capitale britannica.

La Matooro Academy, nuovo programma formativo a firma di Roberto Costa e parzialmente sponsorizzato dalla Farnesina, è stata presentata al Consolato d’Italia a Londra. Presenti il Console Generale Marco Villani e il Presidente della Camera di Commercio Italiana in UK, Alessandro Belluzzo.

Un’esperienza formativa a 360 gradi, aperta a tutti

L’Accademia, pensata inizialmente per un gruppo di 25-30 ragazzi tra i 18 ed i 39 anni, offrirà ai propri partecipanti corsi bisettimanali di gestione dell’ospitalità e d’inglese, uno stage in uno dei ristoranti affiliati e la possibilità di ottenere i fondamentali certificati HACCP e Food Alert, oltre ad alloggio in centro a Londra e abbonamento ai mezzi.

La filosofia guida di Roberto Costa, mente dietro alla catena di ristoranti Macellaio, è che tutti, se si impegnano, possono diventare degli ottimi gestori di ristoranti. I ragazzi dell’Academy saranno dunque selezionati su basi della cronologia d’invio della richiesta piuttosto che sui meriti personali e possono avere fino a 39 anni d’età.

Un tetto particolare, che richiama l’esperienza personale del fondatore e CEO di Macellaio, arrivato in Regno Unito proprio a 39 anni.

“Sono arrivato pensando, se non di essere alla fine della mia, carriera, di aver già fatto molto”, racconta, “ma qui ho imparato molte cose nuove, prima fra tutte l’importanza fondamentale del back office”.

L’obbiettivo dell’inserimento professionale

La centralità del lato amministrativo del mestiere è infatti rispecchiata nell’offerta formativa della Matooro Academy, che alla fine nel percorso, di durata di sei mesi, s’impegna ad aiutare i propri studenti a trovare dei colloqui di lavoro e dunque una sponsorship per iniziare a lavorare nell’ambito dell’ospitalità in Regno Unito. In un contesto post-Brexit, è infatti sempre più complesso inserirsi nel settore dell’ospitalità britannico, sebbene quest’ambito soffra di una carenza di manodopera sempre maggiore.

Una prospettiva di crescita

Costa si augura quindi che i futuri studenti della Matooro Academy avranno quindi un’esperienza a 360 gradi che permetterà loro d’imboccare la carriera del gestore di ristoranti, e di restare in UK per un totale di venti mesi – tra sei di accademia e quattordici di sponsorship, per poi, se vorranno, riportare le capacità acquisite in Italia. L’imprenditore spera inoltre che l’Accademia cresca, seppure in maniera prudente: “Stiamo prendendo contatti al fine che Matooro Academy diventi un’università”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Vi presento Roberto Costa (come non lo avete mai visto)

Recentemente ho avuto il piacere d’intervistare Giorgio Poggio, Managing...

Marianna Penna conquista il G100: Mission Million per l’Italia

Cosa succede quando un global network formato dalle migliori...

Londra mia ma quanto mi costi? Fenomenologia di una migrante

È un mercoledì qualsiasi a Londra, di un giugno...