Da Ponte Library, i tanti fili che legano la cultura italiana e l’Inglese

Data:

Lorenzo Da Ponte è stato un grande ambasciatore della lingua e della cultura italiana nel mondo anglo-sassone, e la Library ne ha preso il nome e raccolto il testimone.

Lorenzo Da ponte Library British Italian Society
La conferenza di Luigi Ballerini slla Lorenzo Da Ponte Library organizzata dalla British Italian Society allo University Women`s Club di Londra il 17 ottobre 2022 (ph. LN24).

Da Ponte Library, i tanti fili che legano la cultura italiana e l’Inglese

C’è un fitto intreccio di fili che negli ultimi secoli hanno collegato strettamente la lingua e la cultura italiana e la lingua e la cultura inglesi. Molti di quei fili erano saldamente tenuti da Lorenzo Da Ponte, librettista di Mozart, intellettuale libertino, traduttore di libri italiani in inglese e poi in America il primo italianista a insegnare alla Columbia University di New York. E molti di quei fili arrivano fino alla Da Ponte Library che ne ha preso il nome e che da decenni traduce e pubblica negli Stati Uniti una selezione dei più importanti libri italiani.

A testimoniare il ruolo di Ambasciatore e mediatore tra le due culture di Da Ponte e della casa editrice che ne porta il nome è stato, la sera del 17 ottobre scorso, allo University Women’s Club di Londra, Luigi Ballerini, poeta e professore di letteratura italiana in varie università Usa, che della Da Ponte Library è stato il fondatore.

Ballerini, che è persona di grande cultura e vast conoscenze letterarie ed artistiche e un fine intellettuale, ha accettato l`invito del chairman della British Italian Society di Londra, Richard Northern, proprio a individuare alcuni di quei fili, ed a spiegare perchè passano da Da Ponte cosi tanti legami tra la cultura italiana e quella inglese.

Il racconto di Ballerini ha ripercorso con sobrietà e gustoso stile narrativo i tratti salienti della vita di Lorenzo Da Ponte, che nasce come Emanuele Conegliano da una modesta famiglia israelitica in un ghetto oggi quartiere di Vittorio Veneto, e che studia sostanzialmente da autodidatta, fino a diventare cattolico allorchè il padre vedovo si invaghí di una fanciulla del posto e decise di convertire tutta la famiglia.

A battezzarli fu il vescovo Lorenzo Da Ponte, che alla famigli impose il suo cognome e al ragazzo anche il suo nome, come usava al tempo, aiutandolo anche ad entrare in seminario dove divenne a sua volta sacerdote ma dove soprattutto accrebbe notevolmente la sua cultura umanistica e sviluppò un grande amore per la poesia, per Dante, Petrarca e Boccaccio.

Nel suo lungo soggiorno a Venezia, Da Ponte divenne famoso soprattutto come gaudente e libertino, come e più del suo fanoso amico GIacomo Casanova, tanto che tenne una relazione stabile con una donna, da cui ebbe due figli, visse in un bordello e alla fine fu condannato per concubinaggio ed esiliato.

A Vienna, divenuto poeta di corte, ha scritto vari libretti d`opera, tra cui quelli  famosi per Mozart  Le Nozze di FIgaro, il Don Giovanni e Così fan tutte.

Dopo un decennio trascorso a Londra e una  fallimentare esperienza da librettista e da impresario teatrale al King’s Theatre, Da Ponte si trasferisce in America, a New York, dove apre una librearia, si dedica all’insegnamento e continua a promuovere e organizzare sappresentazioni d’opera.

Come docente diviene il primo professore di italiano alla Columbia University, mentre continua a promuovere rappresentazioni, sia di Mozart che dell’allora sconosciuto Rossini. E a 84 anni, fonda il primo teatro dell’opera italiano, la NewYork Opera Company, nel mentre che pubblica anche tre volumi di memorie e vari altri scritti di poesia e letteratura.

Da Ponte Library, passa dalle traduzioni la mediazione culturale tra italiano e inglese

Ed è al grandissimo ruolo di mediatore culturale tra italiano e inglese di Da Ponte,  ambasciatore della nostra lingua e della nostra letteratura negli Stati Uniti, che si è ispirato Ballerini quando si è lanciato nella folle impresa, è lui stesso che lo racconta, di fondare a New York una casa editrice votata proprio a promuovere la pubblicazione di tutti gli importanti testi letterari italiani in una adeguata versione inglese.

Ballerini, infatti, dopo essere diventato in Italia letterato, insegnante di italiano, poeta, commentatore e traduttore, negli Stati Uniti è diventato a sua volta professore di Italiano e letteratura italiana, alla californiana UCLA prima, nel 1969, e alla e York University poi.

La Lorenzo Da Ponte Library, che Ballerini ha fondato nel 1975, ha creato nel tempo un vasto catalogo di classici della cultura italiana nei campi della storia, della giurisprudenza, delle scienze politiche, della letteratura, della linguistica e della filosofia, edito dalla University of Toronto Press.

Ad oggi, la Biblioteca Italiana Lorenzo Da Ponte conta una raccolta organica di 100 testi italiani tradotti in inglese, scelti tra quelli che hanno apportato i piu significativi contributi alla cultura internazionale, che hanno influenzato maggiormente la cultura anglo sassone, o che hanno contribuito a far affermare la cultura italiana nel mondo.
Pietro Nigro
Pietro Nigrohttp://www.pietronigro.it
Giornalista professionista, napoletano, con esperienza di giornalismo su carta, in tv e sul web, nonché di comunicazione e nel mondo dell'impresa. Ha lavorato soprattutto a Napoli dove si è occupato di economia e politica per il Roma, il Denaro e il Corriere del Mezzogiorno. Ha curato uffici stampa e attività di comunicazione istituzionale, tra gli altri, per il parlamentare europeo Ernesto Caccavale, l'Ordine degli Ingegneri di Napoli, l'Associazione nazionale Consulenti tributari di Napoli, il Consorzio nazionale Acciaio, Anida onlus e Itaca ong. Come direttore responsabile, ha fatto nascere l'emittente televisiva calabrese Rete 3, e, come vicedirettore, il nuovo sito di informazione www.scelgonews.it. In precedenza è stato socio fondatore di una nuova impresa di bricchettaggio di lignite in Bashkortostan, di una cooperativa di diversamente abili a Napoli e della prima società italiana di condohotel a Chianciano (Siena). Attualmente collabora con il Sole 24 Ore. Nell'autunno 2015, raccoglie e rilancia l'ennesima sfida professionale: avviare www.Italianotizie24.it, una nuova iniziativa editoriale dal "basso", nata cioè dallo sforzo congiunto di un gruppo di giornalisti di varie parti d'Italia che decidono di "mettersi in proprio" per far nascere il "loro" giornale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Iscriviti

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Natale italiano a Londra, su Around Britaly il Circolo e Sial

Il nuovo podcast di Around Britaly è dedicato alle...

Comites di Manchester, ok ai corsi Cdlci. Il Consolato potenzia i servizi

Parere positivo del Comites di Manchester al progetto del...

Change Evolution and Disruption: all’Iic di Londra la conferenza annuale dell’Asmi

Change Evolution and Disruption è il titolo della conferenza...

San Giuseppe tra teologia e arte: talk di Michael Cefai alla Dante Alighieri Society

San Giuseppe tra teologia e arte: la talk di...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: