Nasce BriosOrchestra, il futuro della musica italiana in UK

Date:

C’è una nuova Orchestra in città e promette grandi cose. Perché nasce dal profondo amore per la musica, dalla voglia di mettersi in gioco, e dal desiderio di creare una vera e propria community. Si chiama BriosOrchestra e nasce da un’idea di tre musicisti italiani residenti a Londra: Asia Bonuccelli (pianista e direttore d’orchestra), Antonio Morabito (pianista) e Beatrice Limonti (violinista). Ad unire questi tre talenti non è solo la grande dedizione alla musica, ma anche le loro origini italiane e la loro passione che a partire da oggi confluisce in questo nuovo progetto, unico e finora mai realizzato nel Regno Unito.

Il progetto BriosOrchestra è promosso e patrocinato da Il Circolo Italian Cultural Association di Londra

Il progetto BriosOrchestra è promosso e patrocinato da Il Circolo Italian Cultural Association di Londra presieduta da Simona Spreafico, particolarmente sensibile al mondo giovanile di cui promuove progetti a carattere socio-culturale attraverso iniziative quali, ad esempio, le scolarships che aiutano economicamente i ragazzi desiderosi di studiare e realizzarsi in UK.

Obiettivo di questo nuovo progetto musicale è quello di esportare lo stile e la metodologia orchestrale tradizionale italiana nel Regno Unito

Nonostante l’età relativamente giovane di ciascuno dei tre, ognuno di loro vanta una bella carriera musicale, che in questo momento può permettersi di mettere al servizio della nuova BriosOrchestra.

Antonio Morabito per BriosOrchestra, (copyright antoniomorabitopianist.com)
Antonio Morabito per BriosOrchestra, (copyright antoniomorabitopianist.com)

Asia Bonuccelli, di origini toscane, diplomata in pianoforte al Royal Holloway, è anche soprano, quindi si esibisce in concerti, recital, sia per pianoforte che come soprano. Suona e canta nelle chiese locali, tiene masterclass (la prossima sarà a Vienna a Luglio). Fa parte del coro della BBC a Londra.

Beatrice Limonti, di origini calabresi, diplomata in violino, pianoforte, con laurea triennale in Jazz al Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, e un Master Degree in Violino Jazz presso RAM Royal Academy of Music, è concertista internazionale con la Ernest Read Orchestra, la London Opera Company, la Lambeth Orchestra e la London Euphonia Orchestra.

Antonio Morabito, di origini calabresi, Laureato in Pianoforte al Conservatorio di Cilea, perfezionato al Royal College of Music di Londra, è impegnato in attività concertistiche soliste in Europa, con il Duo Mercadante fondato insieme al clarinettista Samuel Houston e col baritono Giuseppe De Luca, col quale quest’anno ha tenuto in UK i concerti per il centenario della morte del compositore Giacomo Puccini.

Beatrice Limonti per BriosOrchestra (copyright Luigi Oliva)
Beatrice Limonti per BriosOrchestra (copyright Luigi Oliva)

La storia parte dal sogno che io avevo di creare una community di giovani musicisti che potessero aiutare altri giovani musicisti

La storia della BriosOrchestra è anche la storia di questi tre giovani musicisti che si sono incontrati, hanno unito le loro forze e hanno dato vita a qualcosa di bello. Tutto è partito da un’idea di Antonio Morabito, che poi è riuscito a coinvolgere nel progetto prima Asia Bonuccelli, poi Beatrice Limonti.

La storia parte dal sogno che io avevo di creare una community di giovani musicisti che potessero aiutare altri giovani musicisti – dice Antonio – la mia idea iniziale era quella di creare un gruppo, che avesse non solo uno scopo musicale come ovviamente ha, ma anche uno di tipo sociale. Ne ho parlato con Simona (Spreafico de Il Circolo, n.d.r.) e le ho proposto di creare una sezione ‘Music Young’ all’interno della sezione Young, già presente ne Il Circolo. Simona che è una persona estremamente sensibile alla causa non solo artistica ma anche di sostegno ai giovani, ha accettato supportandomi fin dall’inizio.

La cosa secondo me più facile da fare era quella di lanciare questo gruppo attraverso un concerto, che presentasse ufficialmente questa community, e coinvolgesse subito i musicisti reclutati in qualcosa di concreto. Serviva un progetto a breve termine”.

Asia Bonuccelli per BriosOrchestra (copyright Asia Bonuccelli)
Asia Bonuccelli per BriosOrchestra (copyright Asia Bonuccelli)

Il primo concerto della BriosOrchestra è alle porte: venerdì 5 luglio a Chiswick, St Peter’s Church

E il primo concerto della BriosOrchestra è alle porte: venerdì 5 luglio a Chiswick, St Peter’s Church, Acton Green W4 1BB – London. A partire dalle 19.30 (fino alle 22.00).

Ma come nasce questo progetto? Gennaio 2024: Antonio Morabito e Asia Bonuccelli si incontrano e iniziano a confrontarsi sui rispettivi sogni. Antonio ha quello della community, Asia ha quello di fondare un’orchestra vera e propria. “Paradossalmente ho avuto la fortuna di incontrare una persona più ambiziosa di me” confessa Antonio.

Ho sempre avuto il desiderio di avere una mia orchestra – dice Asia – di fare le mie masterclass o di studiare un certo tipo di repertorio, oppure un piano-concerto dive sia suonare che dirigere. Tante idee che però per diversi motivi non ero mai riuscita a realizzare. Ho sempre dato priorità ad altro. Poi a un certo punto è scattato qualcosa che mi ha spinta a dedicarmi per davvero alle mie cose. In quel momento ho incontrato Antonio, abbiamo iniziato a parlare e abbiamo capito di avere tanto in comune, quindi ci siamo detti ‘ok, costruiamo un’orchestra’. Da lì abbiamo trovato la chiesa, a Chiswick, con Padre Fabrizio che valorizza tantissimo la musica, gli artisti e dà la possibilità ai giovani musicisti di suonare, cantare, organizzare eventi”.

E’ in questo momento esatto che Antonio e Asia coinvolgono Beatrice, che Asia non conosceva ancora e che Antonio seguiva sui social. “Ho chiamato Beatrice e le ho detto che con Asia stavamo fondando qualcosa di bello, di ampio respiro, musicale ma anche con valenza sociale. Le ho chiesto se voleva far parte del progetto e Beatrice ha sposato la causa in un modo che mai avrei pensato, ci si è buttata a capofitto come solo i calabresi sanno fare, con la loro tipica determinazione”.

Conoscevo i successi di Antonio sui social, le news sui concerti e in collaborazione con il Circolo – racconta Beatrice – Sapeva bene del mio legame con la mia terra, ma al contempo il mio entusiasmo nel volermi buttare a capofitto in nuovi progetti qui a Londra. E’ per questo motivo che mi parlò del suo progetto di BriosOrchestra. Ciò mi ha portato a conoscere Asia, una direttrice d’orchestra d’eccezione con la quale si è instaurata subito una profonda intesa”.

La nostra orchestra si basa anche sull’inclusione

In meno di un mese Beatrice e Asia riescono a mettere insieme un gruppo musicale di circa cinquanta professionisti. “Un misto di culture – li definisce Asia – la nostra orchestra si basa anche sull’inclusione, vogliamo portare questo messaggio di poter creare una comunità composta da tante culture diverse, aperta, e dare la possibilità agli studenti di Conservatorio e ai professionisti di fare esperienza di repertorio, tramite la nostra orchestra. E’ importante che prima di andare nell’ambiente professionistico si faccia tanta esperienza di repertorio. La nostra iniziativa nasce anche per dare questa opportunità ai giovani”.

Ma come sono stati trovati tutti questi musicisti? “Ho chiesto ai miei contatti – dice Asia – Royal Holloway, RCM, amici degli amici, altri direttori d’orchestra. Ci si aiuta, siamo molto solidali tra noi. Beatrice ha fatto lo stesso”.

Ed è proprio Beatrice, grazie alla sua presenza e abilità nella gestione dei social media, ad essere definita dai suoi compagni di avventura la manager dell’orchestra (Asia), concept manager e co-founder di questo progetto (Antonio).

BriosOrchestra è l’intenzione di portare un’orchestra di stampo fortemente italiano qui nel territorio inglese. Una novità assoluta

BriosOrchestra – spiega Beatrice – è l’intenzione di portare un’orchestra di stampo fortemente italiano qui nel territorio inglese. Una novità assoluta, alla quale tengo molto. Il mio compito da Manager e da Leader è stato quello di raggruppare più di 55 colleghi del territorio londinese e ispirarli a questa nuova realtà che mira a far conoscere i talenti italiani come il Mº Stefano Caputo, che ha gentilmente composto la colonna sonora dell’orchestra ‘Sunshine’, verrà eseguita il giorno 5 Luglio 2024 come World Premiere”.

Sì, perché il programma del concerto prevede: “Sinfonia n.7” op. 92 di Ludwig Van Beethoven, il Concerto per pianoforte n.2 in fa minore di Chopin e proprio il brano in prima assoluta dedicato e composto per l’orchestra, “Sunshine” di Stefano Caputo, originario di Lauria in provincia di Potenza, diplomato al conservatorio in pianoforte e musica da camera di Cosenza.

Stefano Caputo per BriosOrchestra, (copyright Stefano Caputo)
Stefano Caputo per BriosOrchestra, (copyright Stefano Caputo)

Penso che la musica riesca ad unire tutti, anche a qualsiasi distanza

Ho conosciuto la BriosOrchestra tramite Beatrice – ci spiega Stefano – e sono rimasto colpito positivamente dall’idea della nascita di questa orchestra tanto da dedicarle un brano. ‘Sunshine’ nasce dal concetto di unione e dall’idea di poter superare qualsiasi difficoltà insieme, così da poter avere la speranza di un futuro luminoso. Inoltre penso che la BriosOrchestra possa essere la nascita di una nuova splendida realtà come un raggio di sole in un nuovo giorno. Penso che la musica riesca ad unire tutti, anche a qualsiasi distanza”.

E la BriosOrchestra dimostrerà davvero di riuscire ad unire musicisti provenienti da terre e culture diverse, nell’obiettivo comune e universale di dichiarare il proprio amore nei confronti della musica.

Venerdì 5 luglio, quindi è importante esserci: Chiswick, St Peter’s Church, Acton Green W4 1BB – London. Dalle 19.30.

Antonio Morabito, pianoforte; Beatrice Limonti, primo violino. Dirige la BriosOrchestra, Asia Bonuccelli.

Sono loro il futuro della musica italiana in UK. E nel resto del mondo.

Annalisa Valente
Annalisa Valente
Nata a Bari, vivo a Milano, sono giornalista iscritta all’Ordine da trent’anni. Ho iniziato a lavorare nei giornali e nelle tv locali in Puglia e ho proseguito in Lombardia (Quotidiano Puglia, RTG Puglia, Quotidiano di Foggia, La Gazzetta di Merate e della Brianza). Ho sempre coltivato la mia passione per la scrittura, anche quando il mio percorso professionale ha svoltato in un’altra direzione (Regione Lombardia Assessorato alla Formazione, Coordinamento Didattico e Servizi al Lavoro nelle scuole professionali lombarde accreditate presso Regione Lombardia). Da nove anni mi occupo di Orientamento al Lavoro a Milano e cerco di scrivere cose interessanti per i miei connazionali che vivono e lavorano in UK.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Cosa siamo nel buio, un successo le presentazioni di Tobia Rossi in tutta Italia

Tobia Rossi ha trasposto nel racconto Cosa siamo nel...

Il talento ribelle di Dee DeLuca – dallo stage (italiano) non retribuito a Anthony Hopkins

Daria Dee DeLuca, cantante e attrice italiana pluripremiata, è...

Vi presento Roberto Costa (come non lo avete mai visto)

Recentemente ho avuto il piacere d’intervistare Giorgio Poggio, Managing...

La storia di Camillo Bistrò – la leggi e ti arriva un regalo

Raccontavo giorni fa in questo articolo di quanto gli...