Londra, sciopero della Metro da martedì 1 a venerdì 4 marzo

Date:

Dalla mezzanotte martedì 1° a venerdì 4 marzo tutte le linee della metro di Londra ferme per lo sciopero dei lavoratori di RMT.

Londra, sciopero della Metro da martedì 1 a venerdì 4 marzo

Dalla mezzanotte di domani, martedì 1° fino a venerdì 4 marzo, tutte le linee della Metro di Londra saranno coinvolte in uno sciopero dell’Unione dei Lavoratori Ferroviari, Marittimi e dei Trasporti (RMT).

Underground interrotta martedì e giovedì, disservizi mercoledì e venerdì

Martedì 1° e giovedì 3 marzo, i servizi metropolitani saranno probabilmente interrotti. I disservizi continueranno durante la mattina di mercoledì e venerdì, nonostante non ci siano scioperi in programma.

Il sindacato dei Lavoratori Ferroviari, Marittimi e dei Trasporti (RMT) ha annunciato giovedì scorso, 24 Febbraio, riguardo le manifestazioni dei suoi addetti ai trasporti pubblici di Londra.

TfL consiglia lo smart working

L’organizzazione dei Trasporti di Londra (TfL) e dei servizi Ferroviari Nazionali (National Rail services) ha incoraggiato a lavorare in smart working, qualora fosse possibile, durante giornate di martedì 1 e giovedì 3 Marzo. Mercoledì 2 e venerdì 4 Marzo, i passeggeri sono invece invitati a usufruire dei servizi metropolitani a partire dal pomeriggio, al fine di evitare interruzioni.

Circa il 50 per cento dei londinesi ha la possibilità di lavorare da casa. Molti, perciò, non tenteranno nemmeno di recarsi in ufficio.

Gli altri servizi ferroviari e di TfL non saranno contemplati negli scioperi. Però sono previsti severi affollamenti dovuti alle sospensioni dell’underground.

Scioperi dovuti al possibile taglio delle pensioni

La RMT ha chiesto ai suoi 10 mila lavoratori impiegati nei servizi della metropolitana londinese di non prestare servizio martedì 1 e giovedì 3 Marzo.

Le manifestazioni dell’RMT sono dovute al “continuo rifiuto dei servizi metropolitani londinesi di assicurare posti di lavoro, pensioni e condizioni lavorative nel mezzo di una crisi finanziaria persistente condotta dal governo centrale”, ha affermato l’Unione sindacale.

Al momento TfL paga circa 360 milioni di sterline all’anno al fondo pensionistico. Ma il governo considera il piano pensioni troppo caro e sta valutando nuove norme per renderlo “finanziariamente sostenibile”.

TfL ha dichiarato che nessuna proposta è sul tavolo e che l’organizzazione sta procedendo con una verifica indipendente dei costi. In mancanza di garanzie che il piano pensioni non verrà modificato, l’RMT ha indetto sciopero.

Pietro Nigro
Pietro Nigro
Giornalista professionista, napoletano, con esperienza di giornalismo su carta, in tv e sul web, nonché di comunicazione e nel mondo dell'impresa. Ha lavorato soprattutto a Napoli dove si è occupato di economia e politica per il Roma, il Denaro e il Corriere del Mezzogiorno. Ha curato uffici stampa e attività di comunicazione istituzionale, tra gli altri, per il parlamentare europeo Ernesto Caccavale, l'Ordine degli Ingegneri di Napoli, l'Associazione nazionale Consulenti tributari di Napoli, il Consorzio nazionale Acciaio, Anida onlus e Itaca ong. Come direttore responsabile, ha fatto nascere l'emittente televisiva calabrese Rete 3, e, come vicedirettore, il nuovo sito di informazione www.scelgonews.it. In precedenza è stato socio fondatore di una nuova impresa di bricchettaggio di lignite in Bashkortostan, di una cooperativa di diversamente abili a Napoli e della prima società italiana di condohotel a Chianciano (Siena). Attualmente collabora con il Sole 24 Ore. Nell'autunno 2015, raccoglie e rilancia l'ennesima sfida professionale: avviare www.Italianotizie24.it, una nuova iniziativa editoriale dal "basso", nata cioè dallo sforzo congiunto di un gruppo di giornalisti di varie parti d'Italia che decidono di "mettersi in proprio" per far nascere il "loro" giornale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Londra mia ma quanto mi costi? Fenomenologia di una migrante

È un mercoledì qualsiasi a Londra, di un giugno...

Ecco Wow, il movimento che cambia la narrativa dell’emancipazione della donna

Si chiama Wow, Women Of Worth, la marketing spa...

Eni lancia in Regno Unito il progetto HyNet per imprigionare la CO2

Il Regno Unito sottoscrive l'accordo con Eni per l'avanzamento...

Ife 2024, 36 eccellenze del made in Italy portano a Londra il nostro Agrifood

All'edizione 2024 di IFE ci saranno 36 aziende italiane...