La preziosissima Natività di Peruzzi nella collezione dei National Museums of Northern Ireland

Date:

Una raccolta di fondi blocca l’esportazione del dipinto italiano La Natività di Peruzzi: andrà ai National Museums Ni.

La preziosissima Natività di Peruzzi entra nella collezione dei National Museums Northern Ireland

Ai britannici piace ammirare l’arte, e quella italiana in particolare, e ne apprezzano anche il valore. Per questo, il Governo del Regno Unito ha fatto tutto il possibile per evitare la vendita di un dipinto italiano rarissimo e di notevole valore, La  Natività di Peruzzi, praticamente l’unico quadro esistente fuori dall’Italia del celebre autore di affreschi del 1500.

Sul dipinto, che fa parte di collezioni private nel Regno Unito fin da inizio Novecento, l’anno scorso il Dipartimento per il Digitale, la cultura, i media e lo sport (DCMS) del governo britannico ha posto il divieto di esportazione, dichiarandolo dunque di interesse nazionale.

E la successiva raccolta di fondi a cui hanno partecipato i National Museums of Northern Ireland, sostenuti dal National Heritage Memorial Fund, dall’Art Fund, dal Department for Communities NI e dall’Esme Mitchell Trust, l’opera sarà esposta al pubblico all’Ulster Museum.

La Natività di Baldassarre Tommaso Peruzzi (1481-1536), del valore di 277.990 sterline, raffigura la Natività di notte, ed è una delle poche opere di Peruzzi sopravvissute fuori dall’Italia e l’unica nel Regno Unito.

“Per molti, partecipare a una rappresentazione della Natività è uno dei primi modi in cui impariamo la storia del Natale.- ha dichiarato prima di Natale Lord Parkinson, ministro britannico delle Arti e del patrimonio culturale – Ecco perché sono lieto che, questa vigilia di Natale, possiamo annunciare che questo incredibile dipinto di quel famoso evento è stato salvato per la nazione grazie al sistema di bar all’esportazione.

Dipinta intorno al 1515 a Roma, La Natività è un’opera superstite eccezionalmente rara del Peruzzi.

Pittore, architetto e disegnatore italiano di grande talento, Peruzzi nacque nel 1481 in una piccola città vicino a Siena ed è stata figura artistica di spicco a Roma durante il Rinascimento.

Ha lavorato al fianco di Raffaello e Bramante a Roma, prima di tornare in patria per lavorare per la Repubblica di Siena, costruendo fortificazioni e progettando una diga sul fiume Bruna.

E poiché la maggior parte delle opere d’arte del Peruzzi erano dipinte in affresco e sono andate pressoché tutte perdute, La Natività è di fatto un pezzo incredibilmente raro.

Proveniente da Casa Vai a Prato, in Toscana, il quadro era in origine attribuito ad un altro discepolo di Raffaello, Giovanni Francesco Penni.

Ha fatto parte della Sebright Collection e poi del Fondo testamentario di Sir Egbert Cecil Saunders, decimo baronetto di Sebright, morto nel 1987 nel Mar di Giava a soli 25 anni e senza figli.

Il quadro è stato venduto da Christie’s nel 1937 prima, e nel 1946 poi, a Philip Pouncey, collezionista e grande studioso di pittura italiana, che lo ha esaminato e finalmente attribuito al Peruzzi.

A chiedere il bar governativo sull’esportazione del quadro è stato il Comitato di revisione sull’esportazione di opere d’arte e oggetti di interesse culturale, mentre il National Heritage Memorial Fund ha organizzato il sostegno economico che ha permesso ai Naional Museums NI di acquisire il dipinto.

In particolare, i fondi che hanno permesso l’acquisizioe della Natività da parte di National Museums NI sono stati messi a disposizione da National Heritage Memorial Funds (£ 99.990), Art Fund (£ 100.000), Dipartimento per le comunità NI (£ 70.000) e Esme Mitchell Trust (£ 8.000).

La Natività è attualmente sottoposta a lavori di conservazione presso la National Gallery di Londra prima di essere trasferita nella sua sede permanente in Irlanda del Nord nel corso del 2023.

“Questo straordinario dipinto farà parte della nostra collezione grazie all’aiuto e alla generosità dei nostri partner e finanziatori – ha detto Anne Stewart, Senior Curator of Art presso i National Museums NI – Attualmente non ci sono dipinti dell’Alto Rinascimento in nessuna collezione pubblica dell’Irlanda del Nord, quindi questo è davvero un regalo di Natale per il nostro pubblico. Non vediamo l’ora di dare il benvenuto ai visitatori dell’Ulster Museum quando sarà esposto nel 2023″.

Pietro Nigro
Pietro Nigro
Giornalista professionista, napoletano, con esperienza di giornalismo su carta, in tv e sul web, nonché di comunicazione e nel mondo dell'impresa. Ha lavorato soprattutto a Napoli dove si è occupato di economia e politica per il Roma, il Denaro e il Corriere del Mezzogiorno. Ha curato uffici stampa e attività di comunicazione istituzionale, tra gli altri, per il parlamentare europeo Ernesto Caccavale, l'Ordine degli Ingegneri di Napoli, l'Associazione nazionale Consulenti tributari di Napoli, il Consorzio nazionale Acciaio, Anida onlus e Itaca ong. Come direttore responsabile, ha fatto nascere l'emittente televisiva calabrese Rete 3, e, come vicedirettore, il nuovo sito di informazione www.scelgonews.it. In precedenza è stato socio fondatore di una nuova impresa di bricchettaggio di lignite in Bashkortostan, di una cooperativa di diversamente abili a Napoli e della prima società italiana di condohotel a Chianciano (Siena). Attualmente collabora con il Sole 24 Ore. Nell'autunno 2015, raccoglie e rilancia l'ennesima sfida professionale: avviare www.Italianotizie24.it, una nuova iniziativa editoriale dal "basso", nata cioè dallo sforzo congiunto di un gruppo di giornalisti di varie parti d'Italia che decidono di "mettersi in proprio" per far nascere il "loro" giornale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Match Point, c’è tempo fino al 15 giugno per iscriversi al concorso

C'è tempo fino alle 23:59 del 15 giugno per...

Stefania Licari: la comica-medico torna sul palco

Stefania Licari, medico e comica di successo torna sul...

Sergio Strizzi: The perfect moment è alla Estorick Collection of Italian Modern Art

Ha preso il via ieri 15 maggio alla Estorick...

Musica sacra: la messa del Maestro Scarlato nella Cattedrale di Orvieto

Domenica 19 Maggio per la Chiesa Cattolica sarà una...