Book O’Clock, scocca l’ora: i bambini incontrano i libri e i loro autori

Data:

Successo per Book O’Clock, il primo booklab ideato da Gloria Danili e Istituto di Cultura a Londra che fa incntrare bambini ed autori di libri.

Book O’Clock, il format che fa incontrare on line bambini e autori di libri

Ha riscosso subito successo Book O’Clock, l’iniziativa ideata da Gloria Danili e Istituto italiano di Cultura di Londra che permette ai bambini di incontrare on line i libri e i loro autori ed illustratori.

Già, perché gli ingredienti di Book O’Clock, che ha preso avvio lo scorso 23 settembre su Youtube (qui il link)e proseguirà fino all’anno prossimo sempre intorno al terzo venerdì di ogni mese, sono proprio questi: un incontro on line, le cui fasi sono scandite da un grande Big Ben, in cui i bambini possono conoscere i libri a loro dedicati ascoltandoli e sentendoli “raccontare” direttamente dalla voce dei loro autori ed illustratori.

A ideare e realizzare il booklab, in collaborazione con l’Istituto italiano di cultura di Londra, è Gloria Danili, nata a Monza nel 1982 e da otto anni trapiantata a Londra con marito e figli.

Book O’Clock va in “onda” ogni terzo giovedì del mese.

Ed ogni volta che il Big Ben adottato come simbolo del programma scocca l’ora dei libri, inizia una delle fasi in cui è articolato il laboratorio.

Il primo gong è il Question pot, la teiera delle domande, che allo scoccare del British tea time, apre l’incontro dei bambini con gli ospiti, autori e illustratori di libri a cui i bambini possono rivolgere tutte le domande che vogliono per fare conoscenza.

Il secondo gong dà il via al Read out loud, cioè leggilo ad alta voce: in pratica l’autore legge in diretta un albo o un brano del suo il suo libro.

Terzo gong, terza fase, A lot of secretes, la fase in cui gli ospiti rivelano i segreti della loro arte e le fonti di ispirazione, spiegano come arrivano e come si sviluppano le idee di un libro o di un racconto, e provano a dare “tip” o consigli per stimolare il potenziale scrittore che si nasconde in ognuno dei bambini a casa.

Uncover the cover è la Challenge lanciata ai bambini a casa, a cui viene proposto di ricreare la copertina del libro con qualsiasi idea creativa, tecnica o materiale disponibile: in palio una copia del libro con dedica personale dell’autore.

Quinto e quasi ultimo gong del programma è DR.A.W. Draw along with, il momento del live sketching, quando si compie una incursione nel magico mondo delle illustrazioni, che si effettua sbirciando sulla scrivania dell’artista ospide di ogni puntata.

Quinto gong e mezzo di ogni puntata, Knock Knock, it’s book o’clock, la fase finale del programma la cui idea è di mandare in diretta una busta con un souvenir da Londra. un souvenir reale, che viene spedito via Royal Mail e Poste italiane agli autori e agli illustratori che poi lo ricevono e lo scartocciano in diretta per mostrare cosa hanno ricevuto.

Un Booklab interattivo per bambini e ragazzi della Primary school

Gloria Danili Book'o'clock
Gloria Danili, ideatrice del format Book o’clock.

L’autrice del programma, che ha un master ed ha lavorato per diversi programmi televisivi, ha una vasta esperienza creativa e “visuale”, ed una competenza “trasversale”,  anche perché ha curato scenografie per la tv per bambini sui canali satellitari DeaKids e Super, ha lavorato come autrice di programmi per bambini e ragazzi (Radio Crock’n’Dolls allo storico Antoniano di Bologna), ha scritto libri per bambini (Tamara Tombè per Lapis Edizioni e la trilogia storica Blanche insieme a Lucia Vaccarino,  Il Battello a Vapore, in pubblicazione tra poche settimane anche in Francia) ed è stata perfino clown in corsia in alcuni ospedali pediatrici di Milano come volontaria (e sulle orme di Patch Adam) fino all’aver dato vita a un progetto teatrale tratto da una mia storia (inedita) a cui sto attualmente lavorando con una scuola inglese.

Da questa esperienza nasce l’idea di un booklab destinato ai bambini e ragazzi italiani che frequentano la primary school, cioè quelli da 5 a 11 anni. sviluppata in un format ibrido da realizzare in una libreria, abbastanza frizzante e dal forte impatto visuale, e da trasmet ere su Youtube e sul canale Vimeo dell’Istituto italiano di cultura.

Alla sua realizzazione hanno collaborato anche Andrea Caponi, motion graphic designer che ha realizzato per le animazioni di inizio e fine puntata, e Danielle Stern, la graphic designer che ha ideato il logo.

I protagonisti, insieme a libri e graphic novel, sono autori e illustratori italiani, che vengono ospitati in ogni puntata “in connessione con l’Italia”, per rimanere in contatto con il nostro Paese e tenere aperto un canale affettivo nonostante la distanza e il Lockdown.

Ospiti della prima puntata, che ha riscosso un notevole successo, con il libro “Io Sono Foglia” (Bacchilega Junior) e con i suoi creatori, l’illustratrice Marianna Balducci e l’autore napoletano Angelo Mozzillo.

Si proseguirà il 21 ottobre con due scienziati, Telmo Piovani e Andrea Vico, e con “Piante in viaggio” (Editoriale Scienza) il libro, illustrato da Niccolò Mingolini che racconta la storia straordinaria dell’agricoltura.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Iscriviti

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Il libro Nudity and Folly in Italian Literature presentato all’Iic

Il libro Nudity and Folly in Italian Literature from...

Marcello Italian Film Festival, al via a Birmingham l’edizione 2022

Al via la tre giorni del Marcello Italian Film...

Comites di Manchester, staffetta Bertali-Cassandra alla presidenza

Cambio alla guida del Comites di Manchester: Cassandra eletto...

Con Happy as Lazzaro, a Quorn è Italian Movie Night

Serata all'insegna del cinema italiano il 30 settembre 2022...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: