Pensioni all’estero, al via la seconda fase di acccertamento dell’esistenza in vita

Date:

L’Inps ha comunicato che ha preso il via la seconda fase dell’accertamento in vita dei pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania: c’è tempo fino al 18 gennaio 2024, dopodiché viene sospesa la pensione.

Pensioni all’estero: al via la seconda fase di accertamento dell’esistenza in vita

A partire dal 20 settembre 2023, Citibank N.A. ha avviato la seconda fase dell’accertamento dell’esistenza in vita per i pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania.

Questa iniziativa fa seguito alla prima fase, che aveva coinvolto i Paesi Scandinavi e dell’Est Europa. Il termine ultimo per la restituzione delle richieste di attestazione dell’esistenza in vita è fissato per il 18 gennaio 2024.

In caso di mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita, il pagamento della rata di febbraio 2024 verrà effettuato in contanti presso le agenzie Western Union del Paese di residenza dei pensionati. Tuttavia, è fondamentale notare che se l’attestazione non sarà prodotta entro il 19 febbraio 2024, il pagamento delle pensioni sarà sospeso a partire dalla rata di marzo 2024.

Citibank N.A. ha avviato il processo di verifica dell’esistenza in vita attraverso l’invio di una lettera esplicativa e di un modulo standard di attestazione. Questi documenti sono redatti sia in lingua italiana che, a seconda del Paese di destinazione, in inglese, francese, tedesco, spagnolo o portoghese.

Per garantire un’efficace gestione delle attestazioni e facilitare il processo per ciascun pensionato, il modulo di attestazione è personalizzato.

Tutte le informazioni riguardanti l’inizio del processo di accertamento, le istruzioni per completare la procedura e la localizzazione degli sportelli Western Union dove avverrà il pagamento sono disponibili sul sito web della banca.

Modalità di Produzione della Prova dell’Esistenza in Vita

Come già accaduto in passato, i pensionati interessati potranno fornire la prova dell’esistenza in vita utilizzando le seguenti modalità:

  • Modalità cartacea: tramite la compilazione dei documenti cartacei inviati dalla banca.
  • Portale web: attraverso il sito web dedicato.
  • Riscossione personale presso gli sportelli Western Union: per coloro che preferiscono la riscossione in contanti.

È importante notare che la banca offre un servizio di supporto per i pensionati, gli operatori di consolato, i patronati, i delegati e i procuratori che necessitano di assistenza. Il servizio di supporto Citi è disponibile attraverso diverse modalità di contatto, inclusa la pagina web http://www.inps.citi.com, l’indirizzo di posta elettronica inps.pensionati@citi.com, e una serie di numeri telefonici indicati nella lettera esplicativa.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 20 (ora italiana), ed è fornito in lingua italiana, inglese, spagnola, francese, tedesca e portoghese.

Questo processo è fondamentale per garantire la corretta erogazione delle pensioni per i pensionati residenti in queste regioni geografiche, ed è importante che i pensionati interessati seguano attentamente le istruzioni fornite dalla Citibank N.A. per evitare la sospensione dei pagamenti.

Per ridurre il rischio di pagamenti di prestazioni dopo la morte del beneficiario, inoltre, alcuni gruppi di pensionati potranno essere interessati dalla verifica generalizzata dell’esistenza in vita indipendentemente dalla propria area geografica di residenza o domicilio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi il post:

spot_imgspot_img

In questa sezione

Articoli correlati
Related

Marianna Penna conquista il G100: Mission Million per l’Italia

Cosa succede quando un global network formato dalle migliori...

Londra mia ma quanto mi costi? Fenomenologia di una migrante

È un mercoledì qualsiasi a Londra, di un giugno...

Ecco Wow, il movimento che cambia la narrativa dell’emancipazione della donna

Si chiama Wow, Women Of Worth, la marketing spa...

Eni lancia in Regno Unito il progetto HyNet per imprigionare la CO2

Il Regno Unito sottoscrive l'accordo con Eni per l'avanzamento...