Il Consolato di Manchester apre le candidature per sei ruoli amministrativi

Data:

Le domande di ammissione per le prove che assegneranno i sei contratti a tempo indeterminato presso il Consolato di Manchester potranno pervenire fino al 19 gennaio.

Cresce il Consolato di Manchester: aperte le candidature per sei posti a tempo indeterminato

Nuove assunzioni in arrivo al Consolato di Manchester, che ha reso noto attraverso i suoi canali l’apertura di sei ruoli amministrativi. Dopo l’inaugurazione lo scorso luglio, ha così inizio il potenziamento dei mezzi della nuova sede consolare che offre i suoi servizi ai cittadini residenti a nord della contea di Birmingham, arrivando fino al confine con la Scozia.

Gli interessati dovranno far pervenire la propria domanda di ammissione all’ufficio consolare entro e non oltre il prossimo 19 gennaio, compilando l’apposita modulistica (qui il link) inviandola per via telematica, insieme ad una copia del documento d’identità, all’indirizzo email manchester.archivio@esteri.it.

Da notare i requisiti per poter presentare la domanda: i ruoli, infatti, sono aperti solamente a coloro che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e abbiano la residenza in Regno Unito da almeno due anni. Le domande presentate da chi non possedesse questi requisiti, presentasse la domanda in ritardo rispetto alla scadenza o presentasse la stessa priva di sottoscrizione autografa non potranno essere considerate. Inoltre, è richiesto che i candidati siano di sana costituzione ed abbiano ottenuto un titolo di studio pari a quello della scuola secondaria di primo grado, ovvero la licenza media (o equivalente).

I bonus disponibili e l’iter per la candidatura

Proprio in merito ai titoli di studio, le domande di ammissione alle prove richiedono ai candidati di elencare quelli di livello superiore al minimo richiesto, che potranno alzare il risultato ottenuto nelle prove di due punti percentuali (laddove il candidato abbia conseguito due ulteriori titoli di studio).

Per poter beneficiare di tale bonus, è necessario che chi presenta la domanda alleghi le relative certificazioni alla domanda di ammissione.

Lo stesso discorso vale anche per le esperienze lavorative con mansioni equivalenti, che aggiungeranno un punto per ogni anno di lavoro fino ad un massimo di tre punti percentuali aggiuntivi.

Per quanto riguarda le prove in sé, queste sono suddivise in una prova di traduzione (senza dizionario) dall’italiano all’inglese, un colloquio condotto sia in lingua italiana che inglese, una prova di conoscenza e doti nell’utilizzo dei PC, una prova pratica di segreteria ed una prova pratica di assistenza consolare. Per poter essere considerato idoneo, ciascun candidato dovrà ottenere un punteggio medio minimo di 70/100, ottenendo almeno 60/100 in ciascuna prova.

Per coloro che fossero interessati a quest’opportunità lavorativa, di seguito sono elencati i link rilevanti per la presentazione della domanda, ovvero il comunicato del Consolato di Manchester, il bando ufficiale e la modulistica richiesta.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Iscriviti

Progetto sostenuto da

spot_img
spot_img
spot_img

Ultime News

Articoli
Correlati

Leonardo’s Vineyard e Casa Atellani da scoprire con la talk di Annalisa Conway alla British Society

La British Italian Society presenta Leonardo’s Vineyard e Casa...

Icciuk e London Trade Art insieme: una talk sul futuro del collezionismo d’arte

A Londra si parla di arte, business e fractional...

L’Iic di Londra celebra la prima traduzione inglese de La rabbia di Pasolini

Il 16 gennaio l’Iic di Londra celebra la prima...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: